DALE

DALE

Nato a Massa nel 1993, figlio del maestro d’arte Maurizio Fruzzetti, si appassiona fin dall’infanzia alla sperimentazione dei colori, al disegno e all’immaginazione.
Si specializza in Psicologia della Comunicazione presso l’Università di Padova e si dedica all’ambiente creativo di Gucci, che lo spinge a realizzare la raccolta di opere intitolata Serendipity of Emotions.
Esplorare la complessità della società contemporanea rappresenta lo stimolo per intraprendere un profondo viaggio introspettivo alla ricerca dei colori delle emozioni.
Si dirige così gradualmente verso una personale ricerca pittorica, combinando i tratti dell’arte informale e dell’espressionismo astratto con una propria sintassi simbolico-emotiva, volta a indagare l’esistenza attraverso un’accurata connessione di rapporti cromatici.
Nel 2020 realizza The Walk of Peace, una serie di arcobaleni della lunghezza complessiva di 5310 metri che rappresentano simbolicamente un messaggio di ripartenza dell’arte e della cultura dalla pandemia di COVID-19. L’installazione entra nel Guinness World Records come l’opera d’arte più lunga al mondo realizzata da un artista e diviene simbolo della Giornata Internazionale della Pace 2020 al Colosseo di Roma.
Riceve la Torcia della Pace come ambasciatore della Cultura e della Pace nel mondo.
Nel 2021 una nuova creazione monumentale Kaleidoscope Rain sul tema della speranza si distende sulle mura della Fortezza Firmafede di Sarzana, divenendo la più grande installazione artistica al mondo su un edificio fortificato.
Dale vive e lavora in Toscana, abbracciato tra le Alpi Apuane e il mare, un luogo di profonda ispirazione e  connessione tra l’uomo e la natura. 
Le sue opere sono presenti in collezioni private e musei, inoltre hanno preso parte a diverse esposizioni collettive e personali, tra le principali: Abu Dhabi, Dubai, Atene, Bradford, Roma, Milano, Forte dei Marmi, Pisa e Venezia.
Dale (1993) vive e lavora in Toscana, figlio del maestro d’arte Maurizio Fruzzetti, si appassiona fin dall’infanzia alla sperimentazione dei colori e al disegno.
Si specializza in Psicologia della Comunicazione presso l’Università di Padova e si dedica all’ambiente creativo di Gucci.
Si dirige gradualmente verso una personale ricerca pittorica, combinando i tratti dell’arte informale e dell’espressionismo astratto con una propria sintassi simbolico-emotiva, volta a indagare l’esistenza attraverso un’accurata connessione di rapporti cromatici.
Nel 2020 realizza The Walk of Peace, una serie di arcobaleni della lunghezza complessiva di 5310 metri che rappresentano simbolicamente un messaggio di ripartenza dell’arte e della cultura dalla pandemia di COVID-19. L’installazione entra nel Guinness World Records come l’opera d’arte più lunga al mondo realizzata da un artista e diviene simbolo della Giornata Internazionale della Pace 2020 al Colosseo di Roma.
Riceve la Torcia della Pace come ambasciatore della Cultura e della Pace nel mondo.
Nel 2021 una nuova creazione monumentale Kaleidoscope Rain sul tema della speranza si distende sulle mura della Fortezza Firmafede di Sarzana, divenendo la più grande installazione artistica al mondo su un edificio fortificato.
Le sue opere sono presenti in collezioni private e musei, inoltre hanno preso parte a diverse esposizioni collettive e personali, tra le principali: Abu Dhabi, Dubai, Atene, Bradford, Roma, Milano, Forte dei Marmi, Pisa e Venezia.
 
 
Nato a Massa nel 1993, figlio del maestro d’arte Maurizio Fruzzetti, si appassiona fin dall’infanzia alla sperimentazione dei colori, al disegno e all’immaginazione.
Si specializza in Psicologia della Comunicazione presso l’Università di Padova e si dedica all’ambiente creativo di Gucci, che lo spinge a realizzare la raccolta di opere intitolata Serendipity of Emotions.
Esplorare la complessità della società contemporanea rappresenta lo stimolo per intraprendere un profondo viaggio introspettivo alla ricerca dei colori delle emozioni.
Si dirige così gradualmente verso una personale ricerca pittorica, combinando i tratti dell’arte informale e dell’espressionismo astratto con una propria sintassi simbolico-emotiva, volta a indagare l’esistenza attraverso un’accurata connessione di rapporti cromatici.
Nel 2020 realizza The Walk of Peace, una serie di arcobaleni della lunghezza complessiva di 5310 metri che rappresentano simbolicamente un messaggio di ripartenza dell’arte e della cultura dalla pandemia di COVID-19. L’installazione entra nel Guinness World Records come l’opera d’arte più lunga al mondo realizzata da un artista e diviene simbolo della Giornata Internazionale della Pace 2020 al Colosseo di Roma.
Riceve la Torcia della Pace come ambasciatore della Cultura e della Pace nel mondo.
Nel 2021 una nuova creazione monumentale Kaleidoscope Rain sul tema della speranza si distende sulle mura della Fortezza Firmafede di Sarzana, divenendo la più grande installazione artistica al mondo su un edificio fortificato.
Dale vive e lavora in Toscana, abbracciato tra le Alpi Apuane e il mare, un luogo di profonda ispirazione e  connessione tra l’uomo e la natura. 
Le sue opere sono presenti in collezioni private e musei, inoltre hanno preso parte a diverse esposizioni collettive e personali, tra le principali: Abu Dhabi, Dubai, Atene, Bradford, Roma, Milano, Forte dei Marmi, Pisa e Venezia.

L’arte è la voce della creatività,  quella connessione che riesce a cogliere la dimensione dell’invisibile, le relazioni, il mondo. Fluida espressione di emozioni, suoni, racconti.

Pura vitalità. Il colore diviene l’elemento centrale che permette l’espansione di sé oltre i confini della propria persona per giungere ad un’azione sociale e collettiva.”

“L’arte è la voce della creatività,  quella connessione che riesce a cogliere la dimensione dell’invisibile, le relazioni, il mondo. Fluida espressione di emozioni, suoni, racconti.
Pura vitalità. Il colore diviene l’elemento centrale che permette l’espansione di sé oltre i confini della propria persona per giungere ad un’azione sociale e collettiva.”
Scopri la sezione SPECIAL PROJECT dove potrai trovare The Walk of Peace, che si è aggiudicata il Guinness World Records: l’opera d’arte più lunga del mondo creata da un artista.
Kaleidoscope Rain rappresenta la più grande installazione artistica al mondo realizzata su un edificio fortificato. Un’opera monumentale che vuole …
read MORE
Scopri la sezione SPECIAL PROJECT dove potrai trovare The Walk of Peace, che si è aggiudicata il Guinness World Records: l’opera d’arte più lunga del mondo creata da un artista…
read MORE

MAIN EXHIBITION 2020

MAIN EXHIBITIONS 2020

Coupelouzos Art Museum, 35×35 projects a cura di Eleni Gatsa, Permanent Collection, Athens, Greece
Bradford Peace Museum, The Walk of Peace a cura di Charlotte Hall, Permanent Collection, Bradford, UK
MACO Museum,  Serenity a cura di Ivan Caccavale, Temporary Collection, Frosinone, Italy
Fortezza Firmafede, Kaleidoscope Rain a cura di Cristina Ponzanelli, Solo Exhibition, Sarzana, Italy
Colosseo, The Walk of Peace a cura di Antonio Giannelli, Solo Exhibition, Rome, Italy
Forte dei Marmi, The longest painting in the world by an artist curata da Guinness World Records, Solo Exhibition, Forte dei Marmi, Montignoso, Massa, Italy
Al Khateem Art Hub, Sharing Art a cura di Veronica Nicoli, Group Exhibition, Abu Dhabi, UAE
Al Fahidi Art Centre, Sharing Art a cura di Veronica Nicoli, Group Exhbition, Dubai, UAE
Palazzo Ivancich, Pro Biennale a cura di Vittorio Sgarbi, Group Exhibition, Venice, Italy
Marguttiana Arte, Marguttiana Arte a cura di Edmondo Nardini, Group Exhibition, Forte dei Marmi, Italy
MICRO, In viaggio con Dario Fo a cura di Vittorio Sgarbi e Salvo Nugnes, Group Exhibition, Rome, Italy
Milan Art Gallery, International Art Prize Frida Kahlo a cura di Salvo Nugnes, Group Exhibition, Milan, Italy
Mura di Montignoso, Coloriamo il Bastione a cura di Mario Angeloni, Group Exhibition, Massa, Italy
Art Sharing Gallery, R_esistiamo a cura di Penelope Filacchione, Group Exhibition, Rome, Italy

 

Per scoprire e scaricare le creazioni artistiche di Dale basta un click su: PORTFOLIO
PORTFOLIO
– Coupelouzos Art Museum, 35×35 projects a cura di Eleni Gatsa, Permanent Collection, Athens, Greece
– Bradford Peace Museum, The Walk of Peace a cura di Charlotte Hall, Permanent Collection, Bradford, UK
– MACO Museum,  Serenity a cura di Ivan Caccavale, Temporary Collection, Frosinone, Italy
– Fortezza Firmafede, Kaleidoscope Rain a cura di Cristina Ponzanelli, Solo Exhibition, Sarzana, Italy
– Colosseo, The Walk of Peace a cura di Antonio Giannelli, Solo Exhibition, Rome, Italy
– Forte dei Marmi, The longest painting in the world by an artist curata da Guinness World Records, Solo Exhibition, Forte dei Marmi, Montignoso, Massa, Italy
– Al Khateem Art Hub, Sharing Art a cura di Veronica Nicoli, Group Exhibition, Abu Dhabi, UAE
– Al Fahidi Art Centre, Sharing Art a cura di Veronica Nicoli, Group Exhbition, Dubai, UAE
– Palazzo Ivancich, Pro Biennale a cura di Vittorio Sgarbi, Group Exhibition, Venice, Italy
– Marguttiana Arte, Marguttiana Arte a cura di Edmondo Nardini, Group Exhibition, Forte dei Marmi, Italy
– MICRO, In viaggio con Dario Fo a cura di Vittorio Sgarbi e Salvo Nugnes, Group Exhibition, Rome, Italy
– Milan Art Gallery, International Art Prize Frida Kahlo a cura di Salvo Nugnes, Group Exhibition, Milan, Italy
– Mura di Montignoso, Coloriamo il Bastione a cura di Mario Angeloni, Group Exhibition, Massa, Italy
– Art Sharing Gallery, R_esistiamo a cura di Penelope Filacchione, Group Exhibition, Rome, Italy

 

Per scoprire e scaricare le creazioni artistiche di Dale basta un click su: PORTFOLIO
PORTFOLIO

Ricerchi un’opera unica e originale per la tua collezione?

Scegli la tua creazione preferita nella sezione SHOP e presto sarà a casa tua!
go to the shop
Ricerchi un’opera unica e originale per la tua collezione?
Scegli la tua creazione preferita nella sezione SHOP e presto sarà a casa tua!
go to the shop

Metafore cromatiche sull’invisibile a cura di Vittorio Sgarbi

Metafore cromatiche sull’invisibile a cura di Vittorio Sgarbi

Il corpus artistico di Dale è il risultato di una speculazione profonda circa l’esistenza umana attraverso un processo introspettivo e riflessivo.

Si tratta di un sentiero insondabile sul puro piano razionale che giunge a un sentire profondo oscillante tra il mondo della coscienza e quello dell’invisibile.

Dale si mostra artefice di un’espressione relazionale del reale, dell’introspezione, del sommerso, oltre la suggestione visiva e l’ermeticità di tracciati criptati. 

Ciò che affiora in superficie è una riflessione che percorre costantemente il continuum individuo-società nelle sue diverse manifestazioni e trova espressione in un linguaggio cromatico che trascende le dimensioni di spazio e tempo. Il colore diviene l’elemento di centralità nella poetica creativa e permette l’espansione del sé oltre l’autoreferenzialità cogliendo la dimensione relazionale dell’esistenza.

Le dinamiche  cromatiche sono, dunque, espressione emotiva individuale, collettiva e sociale, che generano equilibri e disequilibri strutturali, attraverso le narrazioni di racconti estetici che si fondono con la geografia psichica dell’umanità.

Vittorio Sgarbi
Vittorio Sgarbi
Critico d'arte
Il corpus artistico di Dale è il risultato di una speculazione profonda circa l’esistenza umana attraverso un processo introspettivo e riflessivo.
Si tratta di un sentiero insondabile sul puro piano razionale che giunge a un sentire profondo oscillante tra il mondo della coscienza e quello dell’invisibile.
Dale si mostra artefice di un’espressione relazionale del reale, dell’introspezione, del sommerso, oltre la suggestione visiva e l’ermeticità di tracciati criptati. 
Ciò che affiora in superficie è una riflessione che percorre costantemente il continuum individuo-società nelle sue diverse manifestazioni e trova espressione in un linguaggio cromatico che trascende le dimensioni di spazio e tempo. Il colore diviene l’elemento di centralità nella poetica creativa e permette l’espansione del sé oltre l’autoreferenzialità cogliendo la dimensione relazionale dell’esistenza.
Le dinamiche  cromatiche sono, dunque, espressione emotiva individuale, collettiva e sociale, che generano equilibri e disequilibri strutturali, attraverso le narrazioni di racconti estetici che si fondono con la geografia psichica dell’umanità.
Vittorio Sgarbi
Vittorio Sgarbi
Critico d'arte