Nato a Massa nel 1993, figlio del maestro d’arte Maurizio Fruzzetti, fin dall’infanzia si appassiona alla sperimentazione dei colori, al disegno e all’immaginazione.
Laureato in Scienze Psicologiche Sociali (2015), si specializza in Psicologia della Comunicazione presso l’Università di Padova (2017).
Dal 2017 al 2019 si dedica all’esperienza in Gucci, dove l’ambiente stimolante e creativo lo spinge a dare vita alla sua prima raccolta di opere pittoriche intitolata Serendipity of Emotions. Parallelamente, nel 2018 nasce il progetto artistico Dale Art Heritage, dove fin da subito il suo tratto originale attira l’attenzione del pubblico e della critica.
Esplorare la complessità della società contemporanea rappresenta lo stimolo per intraprendere un tortuoso viaggio nella mente umana alla ricerca dei colori delle emozioni.
I frequenti viaggi spingono l’artista a sperimentare e riflettere sul tema della persona, della sua vita psichica e sul mondo delle emozioni.
Si dirige così gradualmente verso una personale ricerca pittorica, combinando i tratti dell’arte informale e dell’espressionismo astratto con una propria sintassi simbolico-emotiva, volta a indagare la società contemporanea attraverso un’accurata connessione di rapporti cromatici.
L’emozione è l’espressione individuale, sociale e culturale del sé in un determinato momento storico, rappresentato come un’esplosione cromatica.
La potenza di tale rappresentazione, Emotional Painting, rimanda al vigore espressivo di Jackson Pollock, con incessanti rigoli di colori che sottendono alla dimensione immaginativa delle macchie di Rorschach.
Emotional Painting: si definisce così la tecnica artistica che crea e delinea un’estetica delle emozioni attraverso l’arte. Il mondo viene percepito attraverso gli occhi delle emozioni in un’interpretazione caleidoscopica di pensieri, parole, persone e paesaggi. Le sue opere hanno preso parte a diverse mostra collettive e personali, tra le principali ricordiamo Roma, Milano, Carrara, Pisa, Forte dei Marmi e Venezia.